Agcom: obiettiva sovraesposizione di Berlusconi in tv

Agcom: obiettiva sovraesposizione di Berlusconi in tv

L'Agcom ha riscontrato una obiettiva sovraesposizione del premier Berlusconi in tv e ha richiamato i telegiornali a un maggiore equilibrio

    agcom silvio berlusconi telegiornali

    L’Agcom non ha dubbi: Silvio Berlusconi è troppo presente nei tg nazionali. Esaminando i dati del monitoraggio sul pluralismo politico relativi alla campagna elettorale in corso, l’Autorità ha riscontrato infatti che nel tempo di notizia c’è una “obiettiva sovraesposizione” del Presidente del Consiglio, il quale “è direttamente parte nelle elezioni amministrative in quanto capolista a Milano”. Il Consiglio dell’Agcom ha inoltre richiamato le trasmissioni di Giuliano Ferrara (Qui Radio Londra del 19 aprile) e di Lucia Annunziata (Potere del 18 aprile) ad un maggiore rispetto verso le istituzioni.

    L’Agcom ha anche riscontrato che “nel tempo di parola (criterio prevalente di verifica) si nota ancora un qualche squilibrio, nonostante nell’ultima settimana siano stati sensibilmente riequilibrati sbilanciamenti precedenti”, e in relazione al tempo di notizia ha chiesto che “nella cronaca politica venga posta maggiore attenzione alla rappresentazione equilibrata di tutti i punti di vista, specialmente fra le opinioni delle forze politiche di maggioranza e quelle di opposizione”.

    L’Autorità ha quindi invitato tutti i telegiornali ad attenersi “ai principi di completezza, correttezza, obiettività, equità, imparzialità e parità di trattamento di tutte le liste e i soggetti concorrenti, fino alla fine della campagna elettorale”.

    237

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI