L’Agcom apre un’istruttoria su Travaglio e Annozero

L’Agcom apre un’istruttoria su Travaglio e Annozero

L'Agcom apre un'istruttoria contro la Rai per Annozero del 1° maggio e per Che Tempo che Fa del 10 maggio

    Michele Santoro e Marco Travaglio

    Nella riunione tenutasi ieri pomeriggio, l’Agcom ha deciso di aprire un’istruttoria contro la Rai per la puntata di Annozero del 1° maggio scorso, dedicata a Beppe Grillo e per Che Tempo che Fa, del 10 maggio con Marco Travaglio. L’Agcom contesta all’azienda le violazioni dell’art.4 (diritti fondamentali della persona) e dell’art.48 (compiti del servizio pubblico) del Testo Unico della radiotelevisione.

    La decisione è stata presa a maggioranza, con 6 membri a favore – compreso il presidente dell’Autorità, Corrado Calabrò – e 3 contrari, e in un clima piuttosto disteso. La Rai ha 30 giorni per presentare le proprie tesi difensive all’Agcom.

    Intanto anche il CdA della Rai, nella consueta riunione del mercoledì, ha fatto un primo bilancio di quanto successo nei primi giorni di maggio. Claudio Cappon, il direttore generale della Rai, ha formalmente invitato Michele Santoro a richiamare Marco Travaglio, ospite fisso di Annozero, “a un rigoroso rispetto del Codice Etico e della Carta dei doveri e degli obblighi degli operatori del servizio pubblico radiotelevisivo, secondo i termini contrattualmente previsti”. Inoltre il CdA ha segnalato alla Commissione di Valutazione Etica le dichiarazioni rilasciate da Travaglio dopo la partecipazione a Che Tempo che Fa, per verificare eventuali ulteriori violazioni del Codice Etico, e infine ha deciso di rivalersi economicamente su Travaglio per quanto detto nell’intervista rilasciata a Fabio Fazio.

    Il clima è ancora acceso, la Rai si prepara ad un ‘travagliato’ cambio della guardia.

    381

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE