Adriano Sofri ospite di Che Tempo che Fa

Adriano Sofri ospite di Che Tempo che Fa

Fabio Fazio ospita a Che Tempo che Fa Adriano Sofri, ex leader di Lotta Continua, condannato a 22 anni di carcere per l’omicidio del commissario Luigi Calabresi, avvenuto il 17 maggio del 1972 a Milano

da in Che tempo che fa, Fabio Fazio, Intrattenimento, Programmi TV, Rai 3, Adriano Sofri
Ultimo aggiornamento:

    Adriano Sofri

    Questa sera Fabio Fazio ospita nello studio di Che Tempo che Fa Adriano Sofri, ex leader di Lotta Continua, condannato a 22 anni di carcere per l’omicidio del commissario Luigi Calabresi, avvenuto il 17 maggio del 1972 a Milano.

    In carcere dal 1997, Adriano Sofri ha ottenuto lo scorso luglio gli arresti domiciliari per motivi di salute. Grazie ad un permesso speciale Sofri potrà partecipare alla trasmissione di Fazio, partecipazione che ha già sollevato qualche polemica.
    Gabriella Carlucci, deputata di Forza Italia, ha presentato un’interrogazione ai ministri della Giustizia, dell’Interno e delle Comunicazioni chiedendo “come può un detenuto per un reato così grave, ancorché assegnato agli arresti domiciliari, partecipare a una trasmissione del servizio pubblico; chi autorizza la partecipazione al programma di Sofri, e se è davvero opportuno concedere questo permesso”. Sul versante opposto Paola Balducci, responsabile giustizia dei Verdi, commenta l’azione della Carlucci come “una polemiche sterile e di routine. Sofri ha dato prova di grande serietà e responsabilità, è fuori luogo che si continui a puntare il dito contro di lui”.

    La vicenda politica e giudiziaria di Sofri, e con lui di Ovidio Bompressi e Giorgio Pietrostefani, condannati per l’omicidio Calabresi, ha attraversato gli ultimi trent’anni della storia italiana.

    Non è certo nuovo, Sofri, alla ribalta mediatica, soprattutto in virtù della sua “carriera” di scrittore e giornalista, ma senza dubbio la sua presenza nello studio di Fazio fa un certo effetto, considerato che si tratta in ogni caso di un detenuto, condannato in via definitiva come mandante dell’assassinio del commissario Calabresi. E’ la prima volta, infatti, che prende parte ad una trasmissione tv di persona e in diretta. Numerosi, negli ultimi anni, gli appelli del mondo politico e culturale italiano perchè gli venga concessa la grazia, mai richiesta direttamente da lui, appelli che hanno accomunato, con una certa trasversalità, esponenti di diverse compagini politiche.

    Dubitiamo che dall’appuntamento di stasera emergano nuovi risvolti o venga fatta luce sugli anni bui del terrorismo in Italia, ma si tratta, ad ogni buon conto, di un piccolo evento nella tv italiana.

    430

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Che tempo che faFabio FazioIntrattenimentoProgrammi TVRai 3Adriano Sofri