Adriano Celentano: è scontro con la Rai per i live all’Arena di Verona in onda su Canale 5

Adriano Celentano: è scontro con la Rai per i live all’Arena di Verona in onda su Canale 5

E' polemica tra Adriano Celentano e la Rai per la trattativa sui concerti in programma l'8 e 9 ottobre all'Arena di Verona e che andranno in onda in diretta su Canale 5

da in Adriano Celentano, Canale 5, Mediaset, Personaggi Tv, Rai, Polemiche
Ultimo aggiornamento:

    adriano celentano polemica Rai per concerti su canale 5

    Aggiornamento in fondo all’articolo

    Gran colpo messo a segno da Mediaset in attesa che vengano svelati i palinsesti autunnali 2012: saranno le telecamere di Canale 5 a riprendere in diretta l’attesissimo ritorno dal vivo di Adriano Celentano. Pochi giorni fa, infatti, il Molleggiato ha annunciato che a 74 anni suonati tornerà a cantare sul palco con i due concerti in programma il prossimo 8 e 9 ottobre all’Arena di Verona. Due appuntamenti imperdibili per i tantissimi fan del cantautore milanese, soprattutto se si considera che il suo ultimo concerto risale a ben diciotto anni fa, e che grazie all’ammiraglia Mediaset potranno essere seguiti anche da milioni di telespettatori. Ma è subito polemica con la Rai che smentisce ogni trattativa con il Clan Celentano: da Viale Mazzini solo bugie, replica il Molleggiato.

    Mediaset è lieta di annunciare che sarà Canale 5 a portare nelle case degli italiani le due serate del ritorno ‘live’ di Adriano Celentano, già battezzato dalla stampa come l’evento dell’anno: con questa breve ma esaustiva nota l’emittente di Cologno Monzese ha annunciato di aver chiuso un accordo ‘storico’ con il clan Celentano per trasmettere in diretta i concerti che i prossimi lunedì 8 e martedì 9 ottobre 2012 animeranno la suggestiva location dell’Arena di Verona.

    Dopo anni di rapporti ‘privilegiati’ e preferenziali con la Rai (che ha trasmesso negli ultimi anni tutti i suoi one man show), il Molleggiato ha dunque scelto la rete ammiraglia di Mediaset per la messa in onda del suo attesissimo ritorno dal vivo su un palcoscenico: le sue ultime esibizioni live risalgono alla tournee italiana ed europea del lontano 1994 che registrò tutti sold out con chiusura a Milano. L’accordo di Celentano con Mediaset sembra un vero e proprio schiaffo alla Rai, una sorta di ‘vendetta’ per il trattamento ricevuto durante l’ultimo chiacchieratissimo Festival di Sanremo e per tutte le polemiche e le critiche piovute su di lui a causa dei suoi interventi da ‘predicatore’.

    Nel corso delle due serate evento all’Arena di Verona il Molleggiato proporrà le sue canzoni più famose ma anche i brani del suo ultimo album, Facciamo finta che sia vero, pubblicato lo scorso novembre da Universal Music e già certificato disco multiplatino per le vendite.

    Aggiornamento del 20 giugno 2012

    A due giorni dall’annuncio della messa in onda in diretta su Canale 5 dei due concerti all’Arena di Verona, Adriano Celentano svela i retroscena che l’hanno portato a chiudere nel giro di 48 ore l’accordo con Mediaset solo dopo essersi rivolto alla Rai. Ed ecco che è subito scattata l’ennesima polemica con Viale Mazzini: il direttore dell’intrattenimento Rai Giancarlo Leone, infatti, ha smentito qualsiasi trattativa con il clan Celentano per la trasmissione dei live, mentre il cantautore milanese ha assicurato che Leone era interessato e per questo ora accusa l’azienda di Viale Mazzini di ‘mentire spudoratamente’, tant’è che ha ribattezzato ‘Pinocchio matricolato’ il dirigente Rai. La conferma, dunque, che i rapporti con la tv di stato non sono più buoni come una volta!

    Non avrei detto niente. Se quel Pinocchio matricolato di Leone non avesse mentito spudoratamente quando, durante la presentazione dei palinsesti, ha dichiarato ai giornalisti che fra il Clan e la Rai non c’è stata nessuna trattativa. La telenovela è un’altra purtroppo – ha scritto il Molleggiato in una lettera aperta pubblicata dal quotidiano La Repubblica –. Quel giorno eravamo a casa ad Asiago. Con me, oltre a Claudia, c’erano Gianmarco Mazzi e Gianni Morandi.

    Da giorni, maturavo l’idea di esibirmi in due concerti all’Arena di Verona, che però non avrei fatto se non fossero stati supportati da una diretta televisiva. Questo per compensare il fastidio che avrei potuto creare ai miei fans, in quanto due serate, effettivamente, non sono che una briciola per uno che si è nascosto per 18 anni’.

    Celentano ricorda poi che durante la prima telefonata tra sua moglie Claudia Mori e Leone, il direttore dell’intrattenimento Rai si era mostrato interessato perché si trattava di ‘un evento che non si può perdere’ ma che andavano fatte comunque delle verifiche, anche se – avrebbe detto Leone – ‘non credo che le vicende di Sanremo possano influire su questa grande occasione’.

    Dopo più di una settimana, in assenza dell’atteso e promesso feedback, il Clan ha richiamato il dirigente Rai. Questa la dettagliata ricostruzione della telefonata fatta dal Molleggiato: Purtroppo devo dirle che la Rai si trova in un momento assai critico. La situazione che stiamo attraversando è tale che non saremmo neanche in grado di pagarvi i diritti’. Ma questo non sarebbe un problema – rispose Claudia – noi possiamo anche fare a meno dei diritti. Voi avreste solo il costo delle telecamere per riprendere l’evento e nient’altro’. ‘Si lo so – rispose Leone – ma oggi la Rai non può permettersi neanche quello. Mi creda mi dispiace’. Claudia rimase senza parola. ‘Lei è sicuro di quello che dice?… Sono 18 anni che Adriano non appare in un concerto live, non pensa che questo valga almeno il costo del trasporto delle telecamere’?… Le ultime parole di Giancarlo Leone sono state: ‘lei ha ragione ma non è colpa di nessuno mi creda‘.

    Grazie all’intermediazione di Gianmarco Mazzi e Lucio Presta è poi arrivata la ‘proposta incandescente’ di Mediaset.

    A questo punto la Rai si è sentita in dovere di spiegare attraverso un comunicato ufficiale che in realtà non c’è stata alcuna trattativa per la trasmissione dei due concerti di Celentano: l’azienda ha ‘ritenuto finora, per il doveroso riserbo circa colloqui con artisti relativi a proposte di programmi prodotti poi da altre emittenti, di non rendere note informazioni in proposito e di non poterle ovviamente confermare o avallare. Quando l’artista, tramite sua moglie, ha contattato la Direzione Intrattenimento quest’ultima, a sua volta, ha compiuto tutte le procedure previste dall’Azienda a partire dal necessario coinvolgimento di Raiuno, delle strutture produttive e della Direzione Generale. Di fronte ad una situazione oggettivamente critica da un punto di vista economico-finanziario e alla necessità di finanziare un programma non previsto in palinsesto né in piano di produzione, il cui costo anche soltanto produttivo sarebbe stato molto rilevante – spiegano da Viale Mazzini – è stato comunicato alla signora Claudia Mori l’impossibilità di accogliere la sua proposta e dunque di iniziare l’eventuale negoziazione. Dunque – conclude la Rai – come correttamente affermato, dal Direttore Intrattenimento, Giancarlo Leone, nessuna trattativa è stata mai affrontata.
    Insomma una polemica dovuta semplicemente alla differente interpretazione del significato di ‘trattativa’.

    1140

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Adriano CelentanoCanale 5MediasetPersonaggi TvRaiPolemiche