Adriano Celentano e Roberto Benigni al top degli ascolti 2007

Adriano Celentano e Roberto Benigni al top degli ascolti 2007

I programmi più visti del 2007, da Adriano Celentano a Roberto Benigni, da Il Capo dei Capi e Il sergente di Marco Paolini

    Adriano Celentano e Roberto Benigni in Rockpolitik

    Non hanno registrato ascolti plebiscitari ma sono comunque ai vertici delle trasmissioni più seguite del 2007. Parliamo de Il V Canto dell’Inferno di Roberto Benigni e de La Situazione di Mia Sorella Non è Buona di Adriano Celentano. Due show andati in onda a distanza di pochi giorni un mese fa e che hanno fatto registrare rispettivamente 10 e 9 milioni di telespettatori. Ottimi risultati anche per Il Capo dei Capi, che con la sua ultima puntata ha fermato la corsa di Benigni, e per Il Sergente di Marco Paolini.

    E’ proprio la pièce teatrale Il Sergente, tratta dal romanzo di Mario Rigoni Stern, trasmessa in diretta senza spot da La7 lo scorso 30 ottobre, la “rivelazione” dell’anno, con l’ascolto, record per La7, di oltre 1.200.000 spettatori.
    Numeri che impallidiscono di fronte alla media di otto milioni di spettatori fatti registrare dalla miniserie Il Capo dei Capi, che ha ricostruito la vita di Totò Riina, suscitando le ire dell’Osservatorio sui diritti dei Minori e la reprimenda del ministro Mastella, nonchè la minaccia di querela da parte della moglie del boss, sentitasi offesa dalla fiction.

    Rimanendo nell’ambito della fiction, quest’ultima parte del 2007 non ha riservato grandi soddisfazioni per alcuni dei titoli di punta di Rai e Mediaset, primi tra tutti il kolossal Guerra e Pace, che ha registrato una media di pochissimo superiore ai 6 milioni di telespettatori, e la terza serie di Elisa di Rivombrosa, La Figlia di Elisa, che pur raccogliendo discreti ascolti (4 milioni e mezzo), non ha bissato il successo dei primi due capitoli.

    Le coppie di Guerra e Pace e La Figlia di Elisa

    I successi in “zona Cesarini” di Celentano e Benigni hanno leggermente risollevato le sorti di un annus horribilis per l’intrattenimento Rai: non si possono certo domenticare i flop di Colpo di genio, con Simona Ventura e Teo Teocoli, cancellato dopo pochissime puntate, Apocalypse Show di Gianfranco Funari, che ha dovuto correggere il tiro in corso d’opera senza riconquistare posizioni, e Votantonio con Fabio Canino, anch’esso cancellato.

    Un anno di ritorni, con Pippo Baudo di nuovo a Sanremo e soprattutto il rientro del terzo epurato dall’editto bulgaro di Berlusconi del 2002, Daniele Luttazzi, che però ha resistito poco sul piccolo schermo, visto che La7 ha sciolto il contratto dopo la quinta puntata.

    Enzo Biagi da Fabio Fazio

    E se Luttazzi ha bruciato la sua occasione, il “destino” non ha permesso ad Enzo Biagi, scomparso lo scorso 6 novembre, di tornare con la seconda edizione di RT-Rotocalco Televisivo, previsto per quest’autunno. A lui Fabio Fazio ha dedicato, ieri, l’ultima puntata del 2007 di Che Tempo Che Fa. Un bel modo per ricordare l’illustre giornalista e per porre le basi di un 2008 che, ci auguriamo, più soddisfacente soprattutto per i telespettatori.

    989