Addio alla Pacific Princess, pignorata la barca di Love Boat

Addio alla Pacific Princess, pignorata la barca di Love Boat

Finisce la crociera dell'amore

    La nave dell’amore è stata pignorata. La mitica Pacific Princess, protagonista di 249 episodi di Love Boat, sarà presto venduta all’asta. Nonostante si possa ancora vedere in tutto il suo splendore nelle repliche della mitica serie di Aaron Spelling, la Princess è arenata nelle acque del porto di Genova da più di due anni. Sequestrata, prima e pignorata poi… sarà venduta all’asta tra un mese e il prezzo di base è 3,4 milioni di euro. Cosa direbbe il mitico capitano Merrill Stubing se sapesse le sorti della sua Princess?

    La nave, non più nuovissima, fu costruita quarant’anni fa in Germania e venne acquistata dalla Sea Venture, società gestita dalla Flagship Cruises. Viene battezzata Pacific Princess nel 1975 e proprio in questo periodo ospita la serie amatissima ideata da Aaron Spelling. I suoi ponti venivano utilizzati per girare la serie, qui abbiamo visto la saggezza del capitano Merrill Stubing (interpretato da Gavin MacLeod), il sempre sorridente Isaac ha servito i suoi cocktail con il suo inconfondibile fascino (Ted Lange, apparso dopo in Dharma & Greg, Scrubs e nella parte di se stesso in The Cleveland Show), il super timido Gopher responsabile del dipartimento hotel (interpretato da Fred Grandy) e per finire le amorevoli cure del medico di Bordo Doc (interpretato da Bernie Kopell). Le puntate di questa serie di culto si giravano mentre le persone comuni erano in vacanza nell’immensa Pacific Princess. Molti passeggeri s’imbarcavano solo perché erano fan dello show tratto dall’omonimo romanzo di Jeraldine Saunders, una delle prime direttrici di crociera dell’epoca. La leggenda dice che la Saunders si ispirò alla storia mentre era in viaggio sulla Carlo C e che il mitico capitano Stubing sarebbe ispirato al comandante dell’imbarcazione Piero Buatier de Mongeot.

    Ma questa è solo una delle storie della Pacific Princess, come se fosse un sottoplot di una serie televisiva, la nave lunga 167 metri è stata acquistata da una società spagnola nel 2002 la Pullmantur, acquistata nel 2006 dal colosso Royal Caribbean anche se il proprietario vero dell’imbarcazione è la Templeton International con sede nelle Bahamas.

    Ecco che nel 2008 la nave arriva nel porto di Genova per un check up: una pennellata di pittura, nuovo scafo e macchine. Peccato però che il lifting del Pacific Princess non sia mai finito, l’armatore non ha mai pagato e dal 2009 la nave è sequestrata e adesso è scattato l’atto del pignoramento. Il 3 febbraio la nave sarà battuta all’asta chissà se Little Tony penserà di acquistarla, grazie all’autore della sigla, “Profumo di mare” magari qualcun altro “potrà lasciarsi andare” e “giocare” ovviamente… per colpa del mare!

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàSerie TV AmericaneCronaca