Addio al Colonnello Potter di M*A*S*H*, è morto a 96 anni Harry Morgan

Addio al Colonnello Potter di M*A*S*H*, è morto a 96 anni Harry Morgan

Addio al Colonello Potter di M*A*S*H*, a 96 anni è morto Harry Morgan

da in Serie TV Americane
Ultimo aggiornamento:

    Colonnello Potter Harry Morgan

    È morto a 96 anni Harry Morgan, noto al pubblico per il burbero Colonnello Potter di M*A*S*H*, ruolo per cui vinse anche l’Emmy, il militare della serie tv, ambientata nell’Ospedale Chirurgico da Campo dell’Esercito statunitense a Uijeongbu durante la Guerra di Corea, è solo la punta dell’iceberg di una carriera che lo ha visto recitare in nove telefilm, 50 film e a Broadway. Ad annunciare la sua morte la nuora, Beth Morgan, e ha raccontato all’Associated Press che Harry Morgan si è spento dopo aver combattuto la polmonite: ‘Era molto divertente, un vero gentiluomo e un amabile suocero. Nonostante il successo era rimasto una persona molto umile‘.

    L’attore ha recitato in numerosi attori non da protagonista al cinema, dividendo la scena con star del calibro di Henry Fonda, John Wayne, James Garner, Elvis Presley e Dan Aykroyd. In tv, ha indossato i panni di co-star comica in December Bride, nello spin-off Pete e Gladys, ed è stato il sergente Joe Friday in Dragnet fino al Colonnello Potter, ruolo per il quale vinse anche un Emmy nel 1980. Ecco un video in cui parla del suo personaggio:

    Nato a Detroit nel 1915, Morgan inizialmente non pensava a diventare attore. Studiò diritto, ma abbandonò l’università per lavorare in una piccola compagnia teatrale a Washington, D.C., seguito da due anni a Broadway in “Golden Boy,” con Karl Malden e Lee J. Cobb. Nel 1942 approda a Hollywood ‘senza nessuna sicurezza di trovare lavoro’, raccontò in un’intervista. Segna un contratto con la 20th Fox e di lì a poco recita a fianco di Henry Fonda nel 1943 in Alba Fatale e in altri western, arriva in tv nel 1954 quando ancora questo mezzo era ai suoi albori: ‘La tv mi ha permesso di scacciare l’abitudine di Hollywood di etichettare gli attori secondo i ruoli che si interpretano‘, ha detto in un’intervista. Eccolo come ricordava di aver recitato affianco a Elvia Presley:

    La sua prima serie tv è December Bride, in cui interpreta Pete Porter, un vicino di casa. La serie della Cbs durò fino al 1959, anno in cui interpretò Pete e Gladys, spin off di December Bride. Dimostrò il suo talento di attore camaleonte recitanto in “The Richard Boone Show,” ”Kentucky Jones” e “Dragnet, fino all’approdo a M*A*S*H*, la serie ambientata durante la Guerra di Corea ispirata all’omonimo film di Rob Altman: ‘M*A*S*H* era dannatamente buona.

    Non pensavo si potesse tenere il livello così alto‘. La sua carriera non si interrompe dopo la fine della mitica serie per cui è mondialmente noto nel 1983 dopo 11 anni di trasmissione. Morgan recitò in alcune serie legate a M*A*S*H* AfterMASH e Blacke’s Magic. Recitò anche nella Signora in Giallo. Eccolo discutere del finale di M*A*S*H*:

    Quando non era sul set Morgan dipingeva e amava leggere libri sulla Giurisprudenza e la poesia. Aveva tre figli, otto nipoti e nove bisnipoti. Sul personaggio del Colonnello Potter, Morgan disse: ‘Era una persona ferma. Era un ottimo ufficiale e aveva un ottimo senso dell’umorismo. Penso che sia la migliore parte che io abbia mai avuto‘. Quando gli fu chiesto nel 1983, quali fossero le sue sensazioni durante le riprese dell’ultima stagione, Morgan disse: ‘Provo tanta tristezza e un dolore al cuore‘.

    683

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Serie TV Americane