Adam Kadmon morto: la bufala sul conduttore delle ‘Rivelazioni’ di Italia 1

Adam Kadmon morto: la bufala sul conduttore delle ‘Rivelazioni’ di Italia 1

Adam Kadmon è morto: la bufala si è diffusa sul web, ma il conduttore delle 'Rivelazioni' di Italia 1 sta benissimo

    Adam Kadmon è morto: questa è la bufala che si è diffusa velocemente sul web. In realtà il conduttore del programma di Italia 1 sulle rivelazioni gode di ottima salute: dietro questa finzione sta una tragedia ben più grave. Su Facebook è apparso un post in cui un carabiniere annunciava fintamente di essere Kadmon e che qualcuno stava arrivando a chiudere la sua bocca per sempre. L’uomo si è tolto la vita con un colpo di pistola: lo hanno ritrovato i suoi colleghi in caserma. Le finte verità sul web si sviluppano velocemente, se poi riguardano un uomo che ha fatto del mistero la sua vita, allora la notizia fa presto a diffondersi.

    La smentita della morte arriva proprio dal profilo facebook ufficiale dell’esperto di fenomeni paranormali che si presenta ai telespettatori in maschera: Adam Kadmon sta benissimo e chi ha messo in giro la notizia falsa non ha niente a che vedere con la trasmissione Mistero, tanto meno con il personaggio preso di mira. Rassicurando il pubblico che inviava messaggi per saperne di più emostrandosi in ansia per la salute del conduttore del programma di Italia 1, dal profilo ufficiale, inoltre, ci fanno sapere che sarà lui stesso a smentire le dicerie presentando regolarmente domenica sera per le prossime puntate di Adam Kadmon rivelazioni.

    La bufala nasconde però una storia tragica. La diffusione della notizia della morte deriva da un post di un carabiniere Luis Miguel Chiasso che si è tolto la vita. Fingendosi Adam Kadmon, ha postato un annuncio in cui dichiarava la sua identità, ovviamente finta, e informava tutti che qualcuno stava arrivando a zittirlo per sempre, rivelando anche il suo lavoro per i servizi segreti nazionali ed internazionali.

    Il post è molto lungo e parla di una vita non vissuta da parte del carabiniere, di cui ancora non è stata rivelata la motivazione. Ma d’altra parte è sempre difficile chiarire le motivazioni che portano a questo gesto estremo.

    Rivelazioni macabre e tristi, che lasciano un immenso vuoto nella famiglia di Luis Miguel Chiasso, ma che vanno ben distinte dalla falsità che vi sta dietro. Un giovane si è tolto la vita, e proprio lui prima di fare questo atto atroce ha voluto creare scompiglio che ha investito Adam ma contestualmente anche il programma che conduce. Perchè? Il mistero si infittisce: e se è vero che, tramite il mondo social, basta poco per rendere una notizia virale, quando questa riguarda la finta morte di un personaggo che si mostra solo in maschera e si dice esperto di paranormale, il compito dei network è senza dubbio facilitato. Per fortuna alla stessa velocità con cui si è diffuso il post finto, si è diffuso anche quello che riportava la verità.

    485

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Italia 1

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI