Accidentale l’incendio alla Universal, i tempi di riprese dei film saranno rispettati

Accidentale l’incendio alla Universal, i tempi di riprese dei film saranno rispettati

L’incendio che ha devastato una parte degli studios cinematografici della Universal, a nord di Hollywood, è stato accidentale:

    L’incendio che ha devastato una parte degli studios cinematografici della Universal, a nord di Hollywood, è stato accidentale: tutto è partito, secondo quanto ha riferito il supervisore della contea di Los Angeles, Zev Yaroslavsky, dalle scintille di una fiamma ossidrica con cui due operai stavano scaldando l’asfalto per il tetto di un edificio che doveva riprodurre uno scorcio di New York; la fiamma è stata abbandonata alla fine dei lavori, intorno alle 3,30 di notte, e ha incendiato una quinta del set, con il fuoco che si è poi rapidamente propagato ad altre zone, mentre la segnalazione ai pompieri che è arrivata solo un’ora e un quarto dopo, alle 4,45 di mattina.

    Se le cause dell’incendio, in cui sono rimasti feriti nove pompieri ed un vice sceriffo, sono accidentali, adesso si cerca di capire se le fiamme, che hanno distrutto numerosi set cinematografici, storici (come quello di Psycho) e non, potevano essere meno devastanti: a finire sotto accusa è la bassa pressione dell’acqua e un sistema antincendio inadeguato all’estensione delle fiamme, due fattori che hanno messo in difficoltà i vigili del fuoco. Secondo il Los Angeles Times, le autorità locali hanno ordinato un’inchiesta per accertare se la bassa pressione del sistema antincendio attivo negli studi della Universal, che ha un sistema di pompaggio e di tubi autonomo da quello comunale, abbia permesso alle fiamme di svilupparsi oltre ogni controllo, grazie anche al legno e ad altre sostanze infiammabili presenti sui set. Accuse respinte dal Los Angeles Department of Water and Power, che rifornisce il sistema della Universal: “Abbiamo fornito abbastanza acqua ai loro impianti, spiega un portavoce del DWP, e quando i pompieri ci hanno chiesto di aumentare la pressione dell’acqua, lo abbiamo fatto“.
    I danni, ma il conteggio è ancora in atto, avrebbero riguardato i set di numerosi film e serie tv: oltre ai già citati set di Ritorno al futuro, Psycho e King Kong, anche il set di Desperate Housewives e Ghost Whisperer sarebbero stati lambiti dalle fiamme, con Wisteria Lane, salvatasi dalle fiamme, che è stata molto più fortunata dei set della serie della CBS, che avrebbero riportato “danni sostanziali”: i danni non dovrebbero comunque rallentare le riprese in corso, né l’incendio sarà “disastroso” per l’industria cinematografica visto che, come ha spiegato Jack Kyser, capo economista presso l’Economic Development Corp.

    di Los Angeles, i set distrutti saranno rapidamente fatti ricostruire dai produttori, il che beneficierà le industrie in quanto tempi più rapidi = maggiore guadagno. Quanto al parco divertimenti, come è possibile vedere nella fotogallery di questo post, era aperto anche durante le operazioni di spegnimento dell’incendio, con la gente che, per quanto incredula, è affluita per tutto il giorno: “Eravamo un po’ choccati, spiega tale Morten Jull, turista danese di 20 anni, all’Associated Press, ci chiedevamo se davvero potesse succedere una cosa del genere”.

    595

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI