Academy al via il 13 aprile. Finale in prime time l’8 giugno

Parte il 13 aprile Academy, il talent show di RaiDue interamente dedicato alla danza, presentato da Lucilla Agosti

da , il

    Inizia il 13 aprile alle 14.00 Academy, il nuovo talent di RaiDue dedicato alla danza. Andrà in onda dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 15.00 e il sabato in diretta dalle 14.00 per tre ore. Gran finale l’8 giugno in prime time. In alto una delle sfide dalla versione originale, quella svedese, Floor Filler. Lo studio ricorda molto quello di Amici.

    Dieci ballerini di età compresa tra i 18 e i 24 anni, alcuni segnalati anche da prestigiose accademie di danza – tra cui quella della Scala, il Balletto di Toscana, la Scuola danza Torino, lo Ials di Roma, Mara Fusco di Napoli -, si daranno battaglia tutti i giorni per aggiudicarsi uno stage prolungato di altissimo livello, magari in quale scuola russa di prestigio, pensando alla carriera teatrale e non a quella televisiva. Per conquistare l’ambito premio i 10 concorrenti si sfideranno in una sorta di ‘torneo all’italiana’, ovvero tutti contro tutti con una commissione formata da quattro esperti, coordinati da un preside, e il giudizio/eliminazione insindacabile decisa dal televoto.

    Le prime dieci puntate saranno dedicate ai provini, mentre l’ingresso nell’Academy avverrà sabato 25 aprile. Dal 27 aprile la striscia quotidiana mostrerà quanto accade nella scuola, con le interrogazioni, le riunioni dei professori per distribuire benefit e punizioni, le sedute del tribunale dei ragazzi (una specie di consiglio scolastico), si preparano le coreografie che verranno ballate il sabato, nello speciale di tre ore in diretta a partire dalle 14.00 e condotto da Lucilla Agosti, che ospiterà negli studi di Via Mecenate anche ospiti internazionali.

    La finalissima, quella che decreterà il vincitore della prima edizione, andrà in onda lunedì 8 giugno in prima serata dopo 43 puntate in daytime e 7 speciali del sabato.

    Il format arriva dalla Svezia, dove si intitola Floor Filler, ma ha immediatamente conquistato fama europea con la versione spagnola, Fama, a Bailar!, in onda con successo sul canale Cuatro, con tanto di logo che ricorda (guarda un po’) Fame. Academy si pone l’obiettivo di colmare la lacuna lasciata da Amici, ma puntando solo sulla preparazione artistica e sulla bravura dei concorrenti. Niente polemiche, niente rvm, niente litigi: la vita privata rimarrà tale, senza telecamere puntate 24h su 24. Almeno in questa prima edizione: se mai dovesse aver successo niente vieta che viri come successo al talent di Maria De Filippi. In basso una delle coreografie presentate nell’ultima edizione di Fama.

    Ma siamo fiduciosi: del resto Academy mira anche a risollevare gli ascolti pomeridiani di RaiDue e togliere di mezzo Scalo 76, mai davvero decollato. La curiosità c’è: peccato che arrivi al termine di una stagione zeppa di reality e al termine del periodo di garanzia. Il pubblico avrà voglia di conoscere questi altri 10 aspiranti ballerini di successo dopo i tanti talenti (e i numerosi concorrenti) proposti dai talent e i reality della stagione 2008/2009?