A Scalo 76 Cargo imbarcano di tutto

A Scalo 76 Cargo imbarcano di tutto

Lettera aperta a Paola Maugeri, che nel programma di Rai Due Scalo 76 Cargo, mette da parte i veri artisti, per dedicare il suo spazio intervista a Maria Teresa Ruta, che presenta la band creata insieme alla figlia

da in Carotelevip, scalo-76
Ultimo aggiornamento:

    Paola Maugeri

    Cara Paola Maugeri, il direttore di Raidue Antonio Marano si sarà fatto una ragione del flop di Scalo (lo chiamate così, proprio come un bebè bisognoso di tante cure) e quindi vi lascia liberi di sperimentare le ospitate più ardite. Per un compito così importante, ci vuole una conduttrice esperta di musica come te, che hai intervistato i più grandi della musica nazionale e mondiale.

    Nella puntata di lunedì hai aggiunto alla tua preziosa collezione l’intervista a Maria Teresa Ruta. La Ruta, tra una televendita e l’altra, si esibisce con il suo gruppo musicale Las margaritas (lei, la figlia e altre 7 amiche). Una trasmissione come Scalo 76 Cargo non poteva lasciarsi scappare l’occasione per fare la storia di questo gruppo: “Ci siamo assemblate un po’ per caso, un po’ per gioco. Quando dopo aver costretto mia figlia a suonare il pianoforte al conservatorio, mio figlio la chitarra, ad un certo punto mi hanno detto… mamma tu stai costringendo noi per il tuo sogno di quando eri ragazza… perchè tu volevi cantare… ma la smetti di cantare in macchina, a casa? Ma sali sul palco! Almeno ti rendi conto come ci massacri le orecchie!“.

    Cara Paola Maugeri, davanti ad una genesi musicale così profonda ti senti di spingere sull’acceleratore dei contenuti e le chiedi che repertorio hanno. La Ruta orgogliosissima risponde: “Abbiamo dei brani dedicati agli uomini. Noi siamo 9 donne e quindi ognuna di noi ha avuto delle vicissitudini con gli uomini.

    Parliamo dell’uomo che cerchiamo, e che non troviamo mai. parliamo dll’uomo… io ero qui… nel senso dell’uomo che ritorna e chiede scusa e noi non lo perdoniamo. Parliamo del business man. Poi facciamo un percorso nelle cover e partiamo dalla Cinquetti come si è raccontata la donna fino a Tina Turner“.

    Cara Paola Maugeri, a questo punto hai la conferma di aver aggiunto alla tua collezione una grande intervista e la incornici da par tuo: “E quindi c’è un concept? Come un disco dei Pink Floyd? Si parte da un punto e si arriva ad un altro!”. Maria Teresa Ruta forte del tuo sostegno, si esalta: “Assolutamente si perchè noi donne nella musica a volte abbiamo mandato dei messaggi sbagliati… abbiamo detto… non ho l’età… oppure abbiamo detto… sono una donna non sono una santa… sotto le gonne c’è di più… non sono una signora… e allora abbiamo cercato di capire che cosa la donna oggi in musica vuole dire…“.

    Cara Paola Maugeri, com’è lo slogan di Francesco Facchinetti? La musica batte sul Due? Si, se continuate così batte gli ultimi colpi.

    Foto tratta da: www.equo.it

    485

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carotelevipscalo-76