A Giffoni Experience Sofia Milos, Anna Safroncik e Paolo Conticini

A Giffoni Experience Sofia Milos, Anna Safroncik e Paolo Conticini

Giornata di stelle della fiction alla 39ma edizione di Giffoni Experience: a sorpresa arriva Sofia Milos, insieme a Paolo Conticini e Anna Safroncik, reduce dalle riprese de Il Ritmo del Cuore, fiction Mediaset dedicata al ballo in autunno su Canale 5

da in CSI Miami, Fiction italiane, Giffoni Film Festival, I Soprano, Personaggi Tv, Serie Tv, anna-safroncik, giffoni-experience, Paolo-Conticini, ritmo
Ultimo aggiornamento:

    Giornata di stelle della fiction alla 39ma edizione di Giffoni Experience: a sorpresa arriva Sofia Milos, protagonista di CSI:Miami, in veste più di accompagnatrice ufficiale di Paolo Conticini (altro ospite del Festival) che volto dei serial tv. Con loro Anna Safroncik, reduce dalle riprese de Il Ritmo del Cuore, fiction Mediaset in autunno su Canale 5.

    Paolo Conticini e Sofia Milos fanno ormai coppia fissa: dopo la passerella all’Ischia Global Fest, si sono fermati a Giffoni Valle Piana per incontrare i giovani giurati di Giffoni Experience, che hanno rivolto loro varie domande sul mestiere dell’attore, “un mestiere precario, in cui ci vuole fortuna e che non è detto duri“, ha confessato Conticini, ora al cinema con Un’Estate ai Caraibi. “E se non dovesse andare più farò qualcos’altro” aggiunge l’attore, magari potrebbe tornare a fare l’istruttore in palestra, mestiere già svolto come gli ha ricordato una piccola giurata ferratissima sulla biografia del suo ‘mito’.

    Sofia Milos e Paolo Conticini, che hanno lavorato insieme qualche anno fa nella fiction Rai Lo Zio d’America, si sono piacevolmente prestati alle curiosità dei ragazzi che li hanno definiti ‘la coppia più bella del mondo’. Tra le domande più gettonate giunte dall’affollata platea come si fa a divetare attori e quali sono stati i ruoli preferiti nella loro carriera. Se Paolo Conticini dichiara che quello di Gaetano in Provaci Ancora Prof è quello che sente più affine al suo carattere (“forte sul lavoro e indeciso nella vita privata, anche se io avrei insistito meno a corteggiare una donna sposata“, alias la prof.ssa Veronica Pivetti), Sofia Milos è ben affezionata alle sue tre interpretazioni principali, che la vedono impegnata in CSI:Miami, The Border e I Soprano, in cui dà il volto al capo della camorra napoletana: tre donne forti, le ha definite la Milos, che interpreta con piacere e che trova affascinanti. E mentre Paolo Conticini sogna di fare il sequel di Scarface e ha come idolo Marcello Mastroianni, Sofia guarda a modelli hollywoodiani (e non è un caso visto che da 19 anni vive e lavora a Los Angeles) come Jessica Lange o Angelina Jolie.

    Incontro affollato anche per Anna Safroncik, che ha incontrato i giurati subito dopo Milos e Conticini: in miniabito bianco e borsa Cavalli, la Safroncik ha sfoderato la gamma dei suoi migliori sorrisi di fronte all’emozione e all’entusiasmo (condiviso) dei ragazzi. Anche lei è stata investita da domande sulla sua carriera, sulla sua passione per la recitazione, sui suoi esordi, sul suo futuro. Legata visceralmente al personaggio di Anna Baldi, che l’ha portata al successo tv in Centovetrine (“un ruolo articolato, che parte perfido e si trasforma in buono“), Anna ha appena finito di girare una fiction per Canale 5, che vedremo in autunno, Il Ritmo del Cuore, diretto da Rossella Izzo, di cui avevamo già parlato qualche tempo fa. Un titolo dedicato al ballo, che rientra nel nuovo genere delle talent fiction, come Non Smettere di Sognare: la Safroncik interpreterà una giovane donna, madre di una bimba di sei anni, con la passione per il ballo.

    Un’esperienza che le darà la possibilità di mostrare al pubblico anche le sue doti di ballerina e di cui per questo parla con grande entusiasmo. “Recitare? Per farlo bene non bisogna caricare, ma provare le emozioni del tuo personaggio” dice ai ragazzi desiderosi di intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo, come se fosse una cosa facile. E confessana loro che non le dispiacerebbe recitare in un thriller, fatto di azione e di scene con la pistola in mano.
    Lascia Giffoni con un consiglio ai giovanissimi interlocutori: “C’è un tempo per tutto, non bisogna crescere troppo in fretta, altrimenti ancora giovani si è già stanchi della vita. I Tabù (tema del festival di quest’anno, n.d.r.) servono a questo“: giovane e saggia la bella Anna.

    782

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CSI MiamiFiction italianeGiffoni Film FestivalI SopranoPersonaggi TvSerie Tvanna-safroncikgiffoni-experiencePaolo-Conticiniritmo