5 cose che (forse) non sai sul Festival di Sanremo

Curiosità e 'chicche' sui protagonisti della storica kermesse musicale dedicata alle canzoni italiane

da , il

    Oggi ‘Televisionando’ propone il focus ’5 cose che forse non sai sul Festival di Sanremo’, con le curiosità su quanto accaduto nel corso degli anni sul palco del Teatro Ariston, le ‘chicche’ riguardanti i cantanti in gara nelle varie edizioni, ma anche il ricordo di look stravaganti sfoggiati durante l’evento o altri episodi significativi avvenuti durante la diretta televisiva dedicata alla storica kermesse musicale.

    Dunque, quali sono le ’5 cose che (forse) non sai sul Festival di Sanremo’?

    Le partecipazioni di Al Bano

    Forse ci si può non credere, ma con la sua ultima partecipazione alla sessantasettesima edizione (ultima almeno per ora, sia chiaro!), Al Bano tocca quota quindici volte al Festival di Sanremo.

    Infatti, nel 2017 il cantante è in gara con ‘Di rose e di spine’; nel 2011 con ‘Amanda è libera’; nel 2009 con ‘L’amore è per sempre’; nel 2007 con ‘Nel perdono’. Negli anni ’90, invece, partecipa con ‘Ancora in volo’ (1999), ‘Verso il sole’ (1997), ‘E’ la ma vita’ (1996), ‘In controluce’ (1974), ’13, storia d’oggi’ (1971).

    A queste partecipazioni vanno anche aggiunte le restanti volte di Al Bano al Festival di Sanremo insieme a Romina Power: con ‘Oggi sposi’ (1991), ‘Cara terra mia’ (1989), ‘Nostalgia canaglia’ (1987), ‘Ci sarà’ (1984) e ‘Felicità’ (1982).

    ‘La siepe’ (1968), invece, è stata la sua ‘prima volta’ al Teatro Ariston.

    Chi ha vinto di più

    Nonostante le sue quindici partecipazioni, però, non è Al Bano Carrisi il cantante che ha vinto di più al Festival di Sanremo.

    A ‘superare’ l’interprete originario di Cellino San Marco, infatti, sono stati Claudio Villa, Iva Zanicchi e Domenico Modugno.

    Claudio Villa ha vinto quattro Festival di Sanremo: con ‘Buongiorno tristezza’ nel 1955, ‘Corde della mia chitarra’ nel 1957, ‘Addio…addio’ cantata con Domenico Modugno nel 1962 e ‘Non pensare a me’ con Iva Zanicchi nel 1967.

    Domenico Modugno, invece, al Festival ha trionfato nel 1958 con ‘Nel blu dipinto di blu’ con Johnny Dorelli, ‘Piove’ sempre con Dorelli nel 1959, ‘Addio…addio’ con Claudio Villa’ nel 1962, ‘Dio come ti amo’ con Gigliola Cinquetti nel 1966.

    Infine, Iva Zanicchi, che ha vinto la kermesse per tre volte: con ‘Non pensare a me’ cantata insieme a Claudio Villa nel 1967, ‘Zingara’ con Bobby Solo nel 1969 e ‘Ciao cara come stati’ nel 1974.

    La protesta dell’orchestra

    Tra le 5 cose che (forse) non sai sul Festival di Sanremo, c’è anche quanto successo sul palco del Teatro Ariston nel 2010.

    In quella edizione, infatti, condotta da Antonella Clerici, è stato incoronato vincitore Valerio Scanu, ma, probabilmente, quell’anno verrà ricordato anche o forse soprattutto per un altro motivo. Quale?

    L’Orchestra del Festival di Sanremo diretta dal Maestro Marco Sabiu decise di accartocciare gli spartiti e di gettarli sul palco, così da manifestare tutto il proprio dissenso per i risultati del televoto che premiarono Valerio Scanu, Marco Mengoni e Pupo in coppia con Emanuele Filiberto.

    Il Maestro Marco Sabiu, a nome di tutti i musicisti, chiese al direttore artistico Gianmarco Mazzi di rendere noto il voto dell’Orchestra, ma la richiesta non fu accolta perché la votazione – da regolamento – doveva restare segreta. E protesta fu…

    La giacca di Laura Pausini

    Cosa ha fatto Laura Pausini al Festival di Sanremo 2016? Ospite del conduttore e direttore artistico di quell’anno, Carlo Conti, la cantante si è presentata sul palco del Teatro Ariston proponendo al pubblico un medley spettacolare con alcune sue canzoni, da ‘Vivimi’ a ‘Strani amori’, passando per ‘Invece no’, ‘La solitudine’ e ‘Simile’.

    Un dettaglio, però, non è sfuggito a nessuno, visto che la Pausini ha ricantato ‘La solitudine’ a Sanremo indossando la stessa giacca del 1993, quando cioè l’interprete vinse il primo premio nella sezione ‘Novità’ del Festival.

    I capelli leopardati di Annalisa Minetti

    Per concludere, ce n’è anche per Annalisa Minetti.

    La cantante partecipò al Festival di Sanremo 1998, e viene ancora oggi ricordata per almeno due motivi:

    perché è l’unico caso, nella storia della kermesse, ad aver vinto sia nella categoria ‘Big’ sia in quella ‘Nuove Proposte’, ma anche per il look stravagante da lei sfoggiato sul palco del Teatro Ariston con tanto di capelli leopardati