24, Carlos Bernard parla della settima stagione

24, Carlos Bernard parla della settima stagione

24 è ricominciato ieri sera sulla Fox con le prime due puntate della settima stagione, Day 7 di cui ci ha parlato Carlos Bernard (attenzione, seguono spoiler)

    kiefer sutherland, carlos bernard

    24 è ricominciato ieri sera sulla Fox, con le prime due puntate della settima stagione, day 7 di cui ha parlato Carlos Bernard in una recente intervista (attenzione, seguono spoiler).

    E’ facile dire col senno di poi che la morte di Tony Almeida nella quinta stagione di 24 era un po’ sospetta, io – che ho recuperato 24 durante la pausa causata dallo sciopero degli sceneggiatori – pensai ad esempio che fosse un espediente narrativo dovuto a non meglio precisati disaccordi tra attore e produzione.

    L’anno scorso, invece, arrive come un fulmine a ciel sereno la news che il nostro Tony era vivo e vegeto, e che avremmo rivisto Carlos Bernard nel ruolo dell’(apparente) cattivo, con Jack Bauer che, prendendosi una ‘pausa’ dal processo che lo vede protagonista in questo day 7, gli dà la caccia.

    A parlare del ritorno di Tony è proprio l’attore che lo interpreta, secondo cui “sono stato un po’ sospettoso su questo ritorno. Ero nel bel mezzo della produzione di un progetto, quando i produttori e gli sceneggiatori della serie mi hanno chiamato – durante la sesta stagione – per dirmi che gli era venuta in mente l’idea di farmi riapparire nell’ultimo episodio”.

    Secondo Bernard, però, “l’idea mi pareva troppo ad effetto, e non la sentivo ‘giusta’, mi chiedevo ‘perché dovrei farlo, qual è il punto, qual è la storia?’…ed infatti alla fine ci siamo trovati d’accordo di non farlo. Ma la conversazione ha ispirato gli sceneggiatori a scrivere uno storyline che avesse senso e per cui il personaggio di Almeida tornasse nello show”.

    Nonostante le perplessità iniziali, comunque, all’attore è piaciuto tornare sul set di 24: “Amo le scene d’azione, ma ci saranno anche un sacco di scene ‘very cool’ tra Tony ed altri personaggi.

    Secondo me, questa stagione sarà dedicata alle relazioni personali, e vedrete un sacco di belle cose tra me e Jack. Tra me e Kiefer c’è un buon rapporto, e i nostri due personaggi hanno un passato intenso, e questo è visibile nelle scene che condividiamo insieme”.

    Ma Tony è buono o cattivo? Bernard, interrogato in merito a fine intervista, non si sbilancia troppo ma ci anticipa di non credere “che Tony sia buono o cattivo. In questa stagione saranno in molti a pensare che lui sia cattivo, ma io ritengo che non lo sia: fa solo quello che ha bisogno di fare”.

    551

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE