16 anni ad Annamaria Franzoni: il circo mediatico è finito?

omicidio Cogne, Annamaria Franzoni condannata a 16 anni per infermità mentale

da , il

    Annamaria Franzoni

    E’ stata letta pochi minuti fà la sentenza del processo di secondo grado per l’omicidio del piccolo Samuele Lorenzi. La riduzione della pena del primo processo, trenta anni, è stata motivata con le attenuanti generiche della seminfermità mentale. Si chiude così per Annamaria Franzoni il processo che ha catalizzato totalmente l’attenzione delle trasmissioni di attualità e di informazione in questi sei anni, e che ha rivelato un’inquietante attenzione televisiva morbosa verso efferati delitti di cronaca. Mentre viene data la notizia all’Ansa Carlo Taormina si fa intervistare nello spazio Dieci Minuti di Rai Due dicendosi amareggiato dell’ingratitudine della sua ex cliente, ma con un atto di estremo pietismo la esorta, con il cuore in mano, a continuare a non mollare e combattere per dimostrare la sua innocenza.

    Senza entrare nel merito di incidenti probatori o perizie scientifiche su pigiami, zoccoli e mestoli, la consolazione principale è che finalmente Porta a Porta potrà mandare in pensione, insieme a personaggi inutili elevatisi ad opinionisti ed esperti di tuttologia, il famoso plastico di Cogne.

    Voci di corridoio mi dicono però che è già in preparazione il plastico dell’asilo di Rignano Flaminio.